Fratture, calcio e la dieta moderna.

D Mark Hegsted

Originale: Hegsted DM. Fractures, calcium, and the modern diet, Am J Clin Nutr. 2001 Nov;74(5):571-3

Sebbene da lungo tempo venga raccomandata un'elevata assunzione di calcio per prevenire l'osteoporosi, esistono scarse evidenze che elevate assunzione di calcio siano realmente efficaci nella prevenzione delle fratture. Le fratture osteoporotiche sono, come la malattia coronarica, soprattutto una malattia delle società occidentali. Recenti evidenze sugli effetti favorevoli nella prevenzione delle fratture da parte delle statine, farmaci che bloccano il pathway dell'acido mevalonico, che diminuiscono le concentrazioni di colesterolo sierico e che riducono il rischio di malattia cardiovascolare, insieme alla crescente mole di dati che dimostrano come le diete che prevedono un elevato consumo di frutta e verdura esercitano effetti benefici sulla prevenzione delle fratture, suggeriscono l'esistenza di fattori eziologici nella dieta comuni a queste due malattie.

Ulteriori ricerche in questo campo dovrebbero pertanto rispondere a questa domanda formulata molto tempo fa: Perché le popolazioni che consumano diete con ridotti contenuti di calcio si fratturano meno rispetto alle società occidentali, che consumano diete ricche in calcio?

Articolo completo: Fratture, calcio e la dieta moderna.


[Focus: Osteoporosi]

[Torna alla Home Page di SSNV]