[451]

Sono vegano da 2 anni e vorrei sapere se l'assunzione di vitamina D attraverso l'esposizione ai raggi UVA delle lampade solari è raccomandabile, o se invece sono più i danni dei benefici.

Vorrei inoltre sapere se la vitamina B12 può essere assunta attraverso l'assunzione di Alga Spirulina o Chlorella o se vi sono in commercio preparati completamente vegetali privi di conservanti, eccipienti, coloranti, ecc.


Risposta a cura della dott.ssa LUCIANA BARONI, Presidente SSNV

L'esposizione a raggi UV viene comunemente praticata dalle autorità sanitarie dei paesi nordici come misura di profilassi del rachitismo nei bambini.

Ovviamente non è necessario diventare un bronzo, e rischiare di farsi sviluppare un melanoma.

Considerando che la quantità di UV necessaria a fornire una sintesi sufficiente di Vitamina D deriva dall'esposizione quotidiana delle mere parti scoperte (viso e mani) per 10-15 minuti in climi tipo il nostro, è evidente che può bastare un ritmo di lampade che mantenga un po' colorata l'epidermide, tenendo presente che le persone di carnagione chiara, a parità di esposizione, producono più vitamina D di quelle di carnagione scura.

La Vitamina B12, invece, non può essere ottenuta da alimenti vegetali perchè viene prodotta dalla fermentazione di microrganismi.

L'integrazione è necessaria in una dieta vegetariana (latto-ovo o vegana); è inoltre raccomandato di NON assumere sedicenti preparati vegetali a base di B12, che oltre a non compensare la carenza la possono peggiorare.

[ Torna alla Home Page SSNV ]