[395]

Vegetariano per vocazione fin dalla nascita e riscoperto solo più tardi, sono ormai quasi tre anni che non pratico più necrofagia.

E fin qui è stato più facile di qualsiasi altra cosa perchè ho veramente scoperto ciò che il mio corpo non accettava e ora sento il vero gusto di mangiare al di là del fatto che fa sentire meglio anche fisicamente e che in questo modo risparmiamo vita e sofferenza a molti animali.
La cosa che ora mi preoccupa e che è per me molto più difficile da fare, è trovare alimenti che non vengano prodotti torturando i nostri poveri "fratelli-senza-parola".
Per quanto riguarda il latte consumo quello vegetale... ma anche qui c'èuna contraddizione, se così possiamo dire, perchè il latte si trova soltanto nei tetrapack che sono molto difficili da distruggere... resistono anche agli inceneritori!!!
Le uova... cerco di trovarle dagli ormai rarissimi contadini, sperando che le povere galline siano trattate un po' meglio... che nelle industrie... anche se poi alla fine finiscono in pentola pure loro.
I formaggi dove abito io si trovano soltanto di tipo industriale... Un po' più facile è il campo dell'abbigliamento... ma cosa dire dei saponi, cosmetici e detersivi testati sugli animali?
Diventare Vegan? Sarei disposto anche a quello ma per riuscirci dovrei vivere da solo nella foresta! Da qualsiasi parte ti muovi trovi cadaveri affettati crudi o cotti da mangiare... e se eliminassi i latticini... quando, cosa e con chi potrei mangiare? Inoltre anche nelle verdure, nella frutta e altri alimenti ci sono coloranti, conservanti, pesticidi e ingredienti geneticamente modificati... ok ci sono quelli biologici (che probabilmente non sono puri) ma ci troviamo comunque in un oceano pieno di insidie...
Ma perchè l'uomo si vuole così tanto male?!
Una particolare domanda: mono e/o di-gliceridi degli acidi grassi da dove provengono? [F.M.]


Risposta a cura della dott.ssa LUCIANA BARONI, Presidente SSNV

Per prima cosa la domanda più "tecnica": i mono e digliceridi degli acidi grassi sono degli emulsionanti, è probabile che quando scritto così siano, PURTROPPO, scarti vari dell'industria della carne e del pellame (grassi vari).

Vanno assolutamente EVITATI, sono veramente delle autentiche schifezze, comunque la si pensi, a meno che non ci sia scritto l'aggettivo "vegetali".

Risposta a cura di MARINA BERATI, Comitato di Redazione

Riguardo alla questione etica, ovviamente noi non abbiamo la "Risposta Ultima". Sicuramente NON è possibile vivere senza fare alcun danno agli animali e al pianeta, a meno di dedicarsi all'eremitaggio e nutrirsi di frutta, bacche e radici, però io credo che per gli animali sia meglio avere qualcuno che combatta per loro QUI, piuttosto che qualcuno che fa un po' meno danno ma non li aiuta per niente.

L'importante è fare il più possibile, e migliorare di giorno in giorno, sapendo che mai si raggiungerà la perfezione.

Per diventare vegan non è affatto necessario vivere nella foresta, se già hai rinunciato quasi del tutto a uova e formaggio puoi fare un passo in più e rinunciarvi completamente, non è difficile una volta presa la decisione.

Il latte vegetale è nel tetrapak, d'accordo, ma lo è anche quello di mucca, quindi non è quello il problema, almeno consumando quello vegetale si salva la vita a mucche e vitelli. Il che non è poco.

Riguardo alle uova, non fa differenza, in termini di pulcini e galline uccisi, il fatto che siano allevati in batteria o libere. Fa differenza per la qualità della loro vita, ma non cambia il fatto che i pulcini maschi e le galline stesse finiscano ammazzati, quindi vanno evitate.
Su questo tema, ti invito a leggere la mia "Lettera aperta ai vegetariani" http://www.novivisezione.org/bacheca_animalista/lettera_aperta_veget.htm

Sul "cosa mai posso mangiare e con chi", puoi capire benissimo che è la stessa obiezione che pongono i carnivori quando gli si propone di diventare vegetariani, e sai bene che la scelta c'è, è solo che chi ancora non conosce il mondo vegan non se ne rende conto.
Sul sito http://www.vegan3000.info puoi trovare CENTINAIA di ricette vegan, compresi molti dolci (peraltro buonissimi). Sul "con chi" sta a te scegliere i tuoi amici, e non credo il problema sia diverso nel passaggio da carnivoro a vegetariano, quindi sai benissimo che si può fare, e se hai ancora amici o conoscenti carnivori ora che sei vegetariano, puoi avere sempre gli stessi una volta diventato vegano.

Quel che devi fare è solo deciderlo.

Questo non ti renderà perfetto, ma sarà un altro passo avanti per evitare di uccidere animali.